home

L’innovazione non si può delegare!

“Innovazione” è diventata la parola d’ordine per qualsiasi azienda che vuole crescere e competere all’interno del proprio mercato di riferimento. Per questo motivo una delle figure professionali di cui si parla di più negli ultimi anni è quella del Chief Innovation Officer (CInO).

Non puoi delegare l’innovazione. L’innovazione è una mentalità, non un titolo di lavoro o un posto in C-suite. Per funzionare davvero, l’innovazione deve far parte del tessuto culturale di un’organizzazione e tutti devono accettarla. È molto più di qualcosa che fai, è il modo in cui pensa la tua azienda.

Bisogna comprendere che “l’innovazione copre uno spettro ben più ampio rispetto alla sola tecnologia. Limitare l’innovazione alla sola sfera tecnologica significa spesso porre le basi per perdere la partita in partenza. Innovare significa ripensare i modelli di business, pensare a proposizioni di valore dirompenti, etc. Questo è uno dei passaggi chiave che differenzia il CInO rispetto ad altri ruoli quali ad esempio il Direttore R&D o il CTO. Chi lo capisce, riesce ad accelerare i processi di trasformazione aziendale, anche digitale, e trarne maggior beneficio”.

https://www.feltrinellieducation.it/magazine/chi-e-e-cosa-fa-il-chief-innovation-officer

L’implementazione dell’Innovazione non può prescindere dall’utilizzo di un approccio interdisciplinare (interdisciplinary approach), ossia dalla capacità di “contaminarsi” ed acquisire una visione integrata della realtà e la capacità di comunicare efficacemente in ambiti multidisciplinari e complessi. Pertanto, per raggiungere gli obiettivi del’innovazione è necessario dotarsi di un approccio risolutivo (Interdisciplinary Thinking), di  un’adeguata  apertura mentale (Open Mindedness) e di tanta motivazione e perseveranza. I risultati sono poi assicurati.

Area RSI RICERCA SVILUPPO INNOVAZIONE
Officina Digitale Interdisciplinare

…..