Servizi Avanzati di Controllo Processo e Integrazione di Sistemi Early Warning di Controllo

2012 – in corso
ENDRESS + HAUSER 
Accordo di Partnership per lo sviluppo di Modelli di Conoscenza per l’ottimizzazione di processo e il risparmio energetico (Liquicontrol NDP)

Ref. in primo piano:

2008-2009
ENDRESS + HAUSER Conducta GmbH+Co di Gerlingen (D)
Ricerca, Sviluppo e Sperimentazione di Controllori di Processo “Knowledge Embedded”. Gerlingen 14 Maggio 2008  IMG_0300
2008-2009
Università di Foggia – PuntoQualità Srl
Progettazione e Sviluppo di un Sistema di Gestione Informatizzata delle Aree Naturali Protette- CyberPARK 2000”– POR Puglia Misura 6.2 azione c)  Prevenzione Incendi Progetto CyberPark
2005-2008
ENEA – Casaccia

 

2005-2008 – Progetto di Ricerca Europea – “BATTLE – Best Available Technique for water reuse in TextiLE SMEs” (05 ENV/IT/000846), finanziato dal programma LIFE dell’Unione Europea, della durata di 3 anni e coordinato dall’ENEA  C5- BATTLE-Anova (2)  SuccessoLIFE_new  SIDISA_Casarci
2007
TAKNOW Mind International Srl
Sviluppo e Realizzazione di un Sistema Esperto basato su Logica Fuzzy per il Monitoraggio Diagnostico dei dati operativi di funzionamento di Unità Ascensori – TaKnow Mind International Srl     Relazione tecnico scientifica di progetto
2000-2004
Comune di Villasimius
SISTEMA ESPERTO (SCETTRO-INTESIS) per il Telecontrollo dei Processi di Depurazione delle Acque Reflue Urbane e del loro Trattamento Terziario per il Riutilizzo in agricoltura e per le infrastrutture turistiche  Villasimius
2005-2007
IAM SpA
Progetto di Ricerca ODOREXP –“Ricerca e Sviluppo di un Sistema Esperto Real-Time per il Monitoraggio degli Odori da Impianti di Depurazione – MIUR (Ministero della Ricerca).
Ricerca e Sviluppo Sperimentale di un Sistema Informatico per il Controllo di Accettazione Qualità dei Rifiuti Liquidi Speciali non pericolosi, conferiti con autobotti a impianti di depurazione
2003-2004
Azienda Consortile ALTO CALORE
Realizzazione di un SISTEMA ESPERTO di Monitoraggio (INTESYS-WaterMultiSkill) della qualità delle acque sotterranee e superficiali della “Piana del Dragone”
2003-2004
Università di Napoli
Consorzio ISIDE
Tecnologie Esperte per il Telecontrollo e la Telesorveglianza dell’Ambiente Costruito Strategico – Progetto di Ricerca TECSAS (PON “Ricerca, Sviluppo Tecnologico, Alta Formazione” 2000-2006)  – Centro ISIDE (SA) – Sistema Esperto per il Monitoraggio Remoto di Strutture Strategiche da Eventi Vibratori /Sismici
2002-2003
ENI Acqua Campania
RITONNARO Costruzioni SpA
Progettazione e Sviluppo “chiavi in mano” Sistema di Telecontrollo (LOOKOUT – INTESYS)  Rete Idrica dell’Area Litoranea Messicana dell’Acquedotto della Campania Occidentale (ENI-Acqua Campania)
2001-2003
COMAT Costruzioni SpA
Realizzazione di un SISTEMA ESPERTO per il Monitoraggio (INTESYS-WaterMultiSkill) di Processo dell’Impianto di Affinamento Acque – Taranto “Gennarini”
2001
GISI
Sensori di Misura Intelligenti per Uso Acquedottistico: aspetti metrologici e certificazione della catena di misura.  GISI-ANOVA1
2000-2001
AMGA SpA – Genova
Progettazione e Sviluppo “chiavi in mano”  Sistema Esperto e di Monitoraggio (SCETTRO-INTESYS) dei processi di trattamento acque dell’impianto di depurazione “Darsena”
Elaborazione della Base di Conoscenza nel campo dei Processi di Trattamento degli Odori, della Disinfezione delle Acque Primarie e Reflue, della Strumentazione di Misura On-Line

Modello di Dispersione “Short Range” degli ODORI

Odorexp Il Modello ODOREXP viene utilizzato per la valutazione della concentrazione degli odori emessi da una sorgente e diffusi nell’ambiente circostante, considera le seguenti considerazioni di base:

a)    gli odori sono costituiti da miscele di composti volatili (anche a bassissima concentrazione) percepibili attraverso il senso dell’olfatto e, come tali, seguono le leggi dell’olfattometria per la quale vale l’interazione delle sostanze odorose con il sistema olfattivo, piuttosto che quelle fisico-chimiche legate alle maggiori concentrazioni delle singole sostanze della miscela stessa;

b)    la caratteristiche FIDO (frequenza, intensità, durata e offensività) degli odori si riferiscono a tempi di fluttuazione relativamente brevi (secondi o minuti), dal momento che la sensazione olfattiva tende all’assuefazione in periodi più elevati;

c)    la diffusione degli odori nel territorio circostante alle sorgenti di emissione riguarda spazi molto più limitati (da 0 a 1-3 Km), rispetto allo studio dei fenomeni di diffusione della “pollution” che riguardano distanze ben superiori. Da ciò ne deriva che i modelli matematici comunemente utilizzati per questa ultima (in genere per distanze superiori a 5 Km), non si adattano bene alla valutazione della diffusione degli odori stessi. In particolare, non ha alcuna influenza il problema dell’”inversione termica”, mentre la percezione che avviene in genere a livello stradale e a poche decine di metri di altezza, segue più la stratificazione legata al differente peso molecolare dei componenti volatili della miscela odorosa;

d)    la soggettività della percezione degli odori porta allo studio e alla realizzazione di modelli dinamici e algoritmi euristici di valutazione dell’emissione e della diffusione degli stessi, rispetto a tempi di evoluzione e distanze ravvicinate, tarabili con i metodi dell’attuale “Olfattometria Dinamica”.

(…)

AIREXP: Sistema Real-Time di Monitoraggio delle Emissioni Inquinanti e Olfattive da Impianti Industriali e di Gestione Rifiuti

MICROexpert: Modello di Conoscenza per la Diagnosi della Disfunzioni del Fango Attivo nei Processi di Depurazione Biologica

Prodotti Software SWT

Stumento professionale per prevenire il Problema della Sedimentabilità dei Fanghi

Diagnosi e Gestione delle Disfunzioni del Fango Attivo nei processi di di Depurazione Biologica

MICRO 

MICROexpert è un Modello di Conoscenza (software tool) a supporto della diagnosi e per la ricerca delle soluzioni correttive per le disfunzioni del fango attivo. In particolare, si riferisce alla biomassa sospesa nei tradizionali processi aerobici per la rimozione del Carbonio o nei sistemi con Rimozione dei Nutrienti (N, P), in reattori biologici del tipo CSTR (Continuous Stirred Tank Reactor) o Plug Flow.

I principali obiettivi funzionali di MICROexpert sono:

  • Rilevazione tempestiva di anomalie funzionali o di instabilità in essere;
  • Individuazione delle possibili azioni correttive per prevenire i problemi di sedimentabilità del fango (bulking, foaming, rising, pin point floc, etc.), 
  • Prevenire i problemi sulla qualità dell’effluente.

img232

http://www.ncsafewater.org/Pics/Training/SpringFling/SC2010/SC10Presentations/WW.Monday.PM.0130.Wagoner.pdf

JM MeD

Il Modello MICROexpert si basa su un approccio olistico alla diagnosi attraverso l’integrazione (data-fusion) dei differenti dati e informazioni quali-quantitative disponibili:

  • Analisi Microscopica sulla Microfauna e individuazione dell’Indice Biotico del Fango (SBI), della Struttura Morfologica del Fiocco e Analisi della crescita di Batteri Filamentosi;
  • Tipiche Analisi Fisico-Chimiche di Laboratorio;  
  • Parametri Operativi di Esercizio dell’impianto (OD, T, F/M, ecc.);
  • Ispezioni Visive relativamente alla qualità dell’effluente e sullo stato di efficienza del processo.

Il controllo di processo con il supporto di MICROexpert consente di sfruttare la peculiare dinamica “lenta” di evoluzione biologica dei fanghi attivi e il loro tempo caratteristico di incubazione (giorni prima che gli effetti delle anomalie si evidenzino) per prevenire con una diagnosi tempestiva le possibili disfunzioni

RISING19_1

________________________________________________________

Per info: